Nessun commento

Le possibili complicanze della mastoplastica: tutto ciò che è importante sapere

DSC5168 scaled

So bene di affrontare un argomento delicato ma, come tutte le cose che ci fanno più paura, conoscerle e capirne le dinamiche, è fondamentale. Anche perché non ha senso nascondersi dietro a un dito: esistono, come per ogni operazione, una serie di possibili complicanze della mastoplastica.

Ma, prima di vederle insieme, ci tengo a fare una premessa importante.

Cosa significa possibili”complicanze” della mastoplastica?

Come abbiamo già detto, stiamo parlando di un intervento chirurgico.

Per quanto le innovazioni e le competenze tecniche possano ridurre i rischi, evitare di crearne altri e rendere meno invasivo l’intervento… è sempre un intervento.

Ora, il concetto di complicanza assume una dimensione diversa nella mente di un chirurgo e in quella delle pazienti.

Le pazienti solitamente (cosa più che normale) pensano che una complicanza sia la conseguenza di “qualcosa andato storto”, di un errore commesso, di una disattenzione, di uno sbaglio vero e proprio.

Per un medico però non è così.

Per noi le “complicanze” sono eventualità che possono accadere nonostante tutto venga fatto nel modo corretto.

Immagina di guidare la tua auto per fare un lungo viaggio.

Hai controllato tutto. Hai fatto il pieno di benzina, hai controllato le gomme, hai fatto il tagliando e tutto è in ottime condizioni.

Hai le cinture di sicurezza allacciate, non hai alcuna distrazione e non superi i limiti di sicurezza, ma sei decisamente prudente e attenta.

Il problema è che non tutto dipende sempre da te.

Puoi bucare una gomma per colpa di un oggetto appuntito, puoi essere costretta a gestire una frenata di emergenza per colpa di altri automobilisti disattenti.

Ci sono tante variabili che non puoi prevedere, ma che puoi solo gestire nel momento in cui accadono.

Fa parte del “gioco”, dei rischi che corriamo facendo ogni cosa, persino rimanendo anche solo in casa. Sappiamo quanti incidenti domestici non siano colpa delle persone, ma del tutto accidentali.

L’importante è saper reagire, mantenere il sangue freddo e risolvere la situazione nel migliore dei modi, perché le complicanze sono cose che accadono naturalmente, non completamente controllabili.

Però, quando ti metti alla guida della tua auto, tutto ciò che abbiamo elencato, non è inutile. E, lo stesso concetto, si può applicare all’esperienza e alle capacità del chirurgo a cui ti affidi.

Scegliere un professionista che abbia maturato un enorme esperienza specialistica nella chirurgia estetica del seno ti mette al riparo dalle possibili complicanze della mastoplastica, evitando di:

  • correre anche altri tipi di rischi, facilmente evitabili
  • aumentare la percentuale di possibilità di avere una complicanza
  • permettere che la complicanza abbia la meglio, riuscendo invece a gestirla nel modo migliore e minimizzando le possibili conseguenze.

Come vedi, quello che conta è sapere di essere nelle condizioni ideali per affrontare l’intervento, a partire dalle competenze del chirurgo fino alla clinica dove avviene l’operazione.

E ora, giustamente, ti starai chiedendo…

Quali sono le possibili complicanze della mastoplastica?

I rischi generici sono quelli che caratterizzano qualsiasi tipo di intervento.

Si tratta essenzialmente di ematomi, sieromi, infezioni e cicatrici poco estetiche. I rischi specifici invece sono prevalentemente legati alle interazioni dell’organismo con la protesi.

La complicanza più nota è la contrattura capsulare.

Il corpo “riconosce” la protesi come un elemento estraneo,  e quindi si limita a isolarla attraverso la formazione di una capsula composta da tessuto cicatriziale.

Questa reazione è normale e fisiologica, anzi in realtà è quello che vogliamo proprio perché la protesi viene isolata dal corpo e mantenuta in sede dalla capsula, a volte però può capitare che il sistema immunitario reagisca in modo più forte, con una produzione eccessiva di tessuto fibrotico che, progressivamente, stringe la protesi fino a modificare la consistenza e la forma del seno.

La contrattura capsulare può capitare in circa il 3% delle pazienti e, molto più raramente, si possono verificare rottura della protesi, ipersensibilità o iposensibilità dell’areola o del capezzolo, bottoming-out, dislocazione della protesi.

Ora, più che un semplice elenco dei possibili problemi, delle complicanze della mastoplastica, anche di quelle più rare, quello che conta è capire come prevenirle, quali accortezze sono davvero importanti.

Si tratta di 2 aspetti principali:

  • la competenza e l’esperienza del chirurgo negli interventi al seno
  • la garanzia legata all’intervento, in caso fosse necessaria una seconda operazione, e quella legata alle protesi, in caso di rottura.

Per me è fondamentale che ogni paziente arrivi serena e fiduciosa in sala operatoria.

Vedi, come abbiamo già detto, si tratta di complicanze con un tasso di incidenza molto basso, ma è molto importante non trascurare come l’esperienza del chirurgo faccia spesso la la differenza, riducendo le possibili complicanze della mastoplastica.

Per esempio, è importante che il chirurgo dia alla paziente precise indicazioni su come prepararsi all’intervento ( giusto per dirne una, quali creme e integratori evitare di assumere nei giorni precedenti) e gestire al meglio il decorso post operatorio.

Io seguo con molta attenzione sia la preparazione all’intervento, informando con cura la paziente su ogni possibile complicanza (e sui fattori che aumentano i rischi, come il fumo ad esempio), sia il post operatorio, prevedendo tutti i controlli necessari per intercettare eventuali problematiche e intervenire con tempestività.

Inoltre offro entrambe le garanzie (intervento e protesi) e inoltre ho studiato un Protocollo di Recupero Rapido e Sicuro, che permettesse un intervento e un post operatorio meno invasivi, senza l’utilizzo di drenaggi e utilizzando una tecnica che eviti di traumatizzare eccessivamente i tessuti.

Grazie alla mia esperienza nell’ambito della Chirurgia d’Urgenza, dove questo particolare tipo di approccio è piuttosto utilizzato, ho potuto trasferire lo stesso metodo alla chirurgia estetica, per garantire interventi sicuri, veloci e di rapido recupero.

Ma non si tratta solo di questo. L’esperienza chirurgica e il fatto di dedicarmi in modo specifico agli interventi al seno, mi ha permesso di costruire un bagaglio di competenze importante, che mi permette di affrontare in modo consapevole le possibili complicanze della mastoplastica.

È proprio per questo motivo che ti parlavo dell’importanza di scegliere con cura il professionista a cui affidarsi, proprio per avere la certezza di essere letteralmente “in ottime mani”, qualunque cosa possa accadere.

Se vuoi affrontare il tuo primo approccio alla mastoplastica e scoprire come potrebbe essere il tuo nuovo seno progettato su misura, scopri tutti i dettagli della Mastoplastica Argentina:

banner articoli

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI SU LA MASTOPLASTICA ARGENTINA QUI

Ti ha colpito particolarmente questo articolo? Condividilo con chi vuoi e regala una maggiore consapevolezza sul mondo della chirurgia estetica!

P.S. Se stai prendendo in considerazione di sottoporti ad un intervento al seno o conosci qualcuno che lo sia, ora sai quanto sia importante riuscire ad ottenere le informazioni corrette per poter scegliere con consapevolezza, allora parti da qui: www.drperon.com

Troverai informazioni ed esperienze di successo di centinaia di pazienti che hanno scelto di sottoporsi a Mastoplastica Argentina, affidandosi a me.
Dr Perón
– L’originale Mastoplastica Argentina –

Il segreto delle donne più sexy del mondo

Dir.San. Dott. Luciano Perrone – Ordine dei Medici di Parma n.7488

 

Articoli risorse gratuite

Seguici sui social per rimanere aggiornata!

Potrebbero interessarti

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu