Nessun commento

Mastoplastica riduttiva: come togliersi un peso e ritrovare se stesse

AFPH0599 Modifica scaled

Mi rendo conto di quanto ancora poco si parli dell’intervento estetico di mastoplastica riduttiva, nonostante l’aumento del 29% di richieste che si è verificato tra il 2020 e il 2021.

In questo articolo vorrei dare la giusta importanza ad un tipo di operazione che spesso viene sottovalutata, perché non si capisce il grande impatto che ha sulla qualità della vita quotidiana.

Perché si arriva a scegliere la riduzione del seno?

Come in tutte le cose, il punto di origine, quello da cui parte tutto, è fondamentale.

Molte donne non si sentono a proprio agio con il loro seno fin dalla nascita, altre invece dopo eventi che hanno portato ad una trasformazione del loro corpo.

Infatti ci può essere un eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria durante la pubertà oppure in seguito a una o più gravidanze, portando a un seno realmente pesante e ingombrante, che può arrivare a limitare la propria vita.

Qualunque sia la causa, si arriva spesso ad un disagio che ha un peso (sotto tutti i punti di vista) molto gravoso.

Un seno di grandi dimensioni, infatti, può essere molto ingombrante e fastidioso, limitando la libertà di chi lo possiede, impedendo alcune attività, come certi sport.

C’è poi un disagio a livello di abbigliamento,  una difficoltà nel sentirsi pienamente se stesse. Molte donne infatti faticano a concedersi abiti scollati o aderenti e spesso hanno difficoltà a trovare un abbigliamento confortevole proprio per la vergogna nell’esporre un seno così abbondante.

Qui non si tratta solo della paura del giudizio degli altri, ma dalla difficoltà di accettare una parte del proprio corpo che non viene riconosciuta, che porta solo disagi.

Ci sono poi una serie di importanti ripercussioni fisiche. Un seno molto abbondante può causare irritazioni cutanee e problematiche alla schiena.

Infatti le importanti dimensioni delle mammelle spostano in avanti il baricentro della colonna vertebrale portando collo e spalle a sopportare un peso eccessivo, cosa che crea anche problemi a livello di postura.

Capisci bene che tutto questo può condizionare molto, in negativo, la vita quotidiana di una donna, tanto da arrivare al desiderio e al bisogno di prendere in mano la propria vita e cambiare le cose.

Come funziona l’intervento di mastoplastica riduttiva con il metodo della mastoplastica argentina?

La prima fase prevede sempre una consulenza iniziale, dove è fondamentale ascoltare le preoccupazioni e i desideri della paziente, che deve potersi sentire a suo agio e libera di parlare con il suo chirurgo.

C’è poi la valutazione puntuale e precisa della sua fisionomia, prendendo tutte le misure e andando a costruire un progetto unico, che verrà creato tenendo conto dei dettagli tecnici e delle richieste della paziente.

L’obiettivo è restituirle un seno perfetto per lei, per la sua corporatura, che la sollevi dal peso di un décolleté che non le permette di essere se stessa e che non valorizza la sua figura.

Grazie a questa dettagliata progettazione la paziente, prima di entrare in sala operatoria, sa esattamente a quale risultato finale sta andando incontro e questo la rende più serena e con un maggior controllo del grande passo che sta facendo per se stessa.

L’intervento solitamente ha una breve durata e porta a un decorso post operatorio non particolarmente doloroso e impegnativo.

La mastoplastica riduttiva prevede l’eliminazione di una parte dei tessuti, adiposo, ghiandolare e cutaneo. Dopodiché, ci si occupa di rimodellare l’area occupata dai capezzoli e dall’areola, per restituirti un seno proporzionato e naturale.

È sempre importante avere un certo riguardo per le prime 3/4 settimane e non fare sforzi eccessivi, indossando sempre un reggiseno sportivo.

Le cicatrici sono per lo più poco visibili e, in base all’approccio scelto insieme al chirurgo, potrai aver ben chiaro cosa ti aspetta. Quello che è importante sottolineare è che, cicatrici a parte, questo tipo di intervento ti permetterà di ritrovare una libertà molto impattante sia sulla vita sociale che sulle tue abitudini.

Quando decidere se sottoporsi alla mastoplastica riduttiva?

Non c’è un momento giusto, se non quello in cui ti senti di aver bisogno di questo passo per te stessa, per stare finalmente bene e a tuo agio con il tuo corpo.

Si può effettuare ad ogni età e, idealmente, senza aspettare troppo, per evitare conseguenze fisiche causate dal peso eccessivo del seno. Come per ogni intervento di mastoplastica, sarà possibile allattare al seno e non ci sono limitazioni alla propria vita anzi, l’esatto contrario.

Se vuoi capire come intervenire sul tuo seno, con un risultato naturale e su misura, senza dover temere un seno visibilmente finto, scopri tutti i dettagli della Mastoplastica Argentina, il metodo che ho progettato per aiutarti ad ottenere il risultato che desideri:

banner articoli

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI SU LA MASTOPLASTICA ARGENTINA QUI

P.S. Se stai prendendo in considerazione di sottoporti ad un intervento al seno o conosci qualcuno che lo sia, ora sai quanto sia importante riuscire ad ottenere le informazioni corrette per poter scegliere con consapevolezza, allora parti da qui: www.drperon.com

Troverai informazioni ed esperienze di successo di centinaia di pazienti che hanno scelto di sottoporsi a Mastoplastica Argentina, affidandosi a me.
Dr Perón
– L’originale Mastoplastica Argentina –

Il segreto delle donne più sexy del mondo

 

Articoli risorse gratuite

Seguici sui social per rimanere aggiornata!

 

Potrebbero interessarti

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu