Nessun commento

Qual è la durata delle protesi al seno? 3 consigli per monitorare la loro salute

image00012

Uno dei pensieri che affolla la mente di chi sta valutando un intervento estetico al décolleté è la durata delle protesi al seno.

Girano tante voci su quando, se e come sostituire le protesi ed è importante partire con le idee chiare, per essere davvero consapevoli di tutto quello a cui stai andando incontro. Infatti, decidendo di ricorrere ad un intervento di mastoplastica, agisci per migliorare il rapporto con il tuo corpo, con una serie di conseguenze, sia immediate che future.

Progettando un risultato su misura, perfetto per il tuo fisico, ne varrà decisamente la pena, ma è sempre meglio avere tutte le informazioni più importanti, anche se non urgenti, per valutare attentamente questa importante decisione.

Il tuo alleato più importante (dopo il chirurgo): le protesi

Tantissime domande riguardano proprio le protesi, quegli strani oggetti che sono lo strumento, il tramite, per arrivare al risultato naturale e bellissimo che desideri.

Conoscerle da vicino, provarle, toccarle con mano, è molto importante per abbattere la diffidenza e iniziare a vederle come veri e propri alleati. Se ci pensi, faranno parte della tua vita in modo discreto ma efficace, aiutandoti a ritrovare la sicurezza in te stessa e a riconoscerti allo specchio.

Per questo è importante che il chirurgo, durante la consulenza, ti avvicini al mondo delle protesi e ti illustri le diverse opzioni che hai a disposizione. Infatti ogni situazione, ogni seno e ogni paziente, avrà esigenze diverse e sarà più adatta ad una soluzione ben precisa.

Questo aiuta molto a progettare il percorso che porta all’intervento, rendendoti subito consapevole di quello che sarà il risultato finale che ti aspetta.

La durata delle protesi al seno: sono eterne?

Diciamo subito che le protesi non hanno una scadenza precisa e universale come lo yogurt.

In passato, si pensava ad una durata media di circa 10 anni, ma l’innovazione ci ha portato ad aumentare questo lasso di tempo, grazie alla qualità del materiale.

La parete esterna delle protesi è stata rinforzata rispetto al passato aumentando notevolmente la durata media delle protesi in assenza di complicazioni. In questo modo, anche in caso di rottura, il materiale contenuto all’interno delle protesi non si disperde nel corpo perché si tratta di un gel coesivo e non più di un silicone liquido.

Questo ultimo dettaglio però accende un piccolo campanello d’allarme. Se non ci sono sintomi ma la protesi si è rotta, l’unico modo per capirlo è attraverso una visita. E qui entriamo nel dettaglio di come prendersi cura del proprio seno dopo l’intervento.

3 consigli per monitorare la salute delle protesi al seno

Vediamo insieme 3 semplici indicazioni per capire come stanno le protesi ed evitare sia di preoccuparsi per niente, sia di trascurare un problema e andare incontro a spiacevoli rotture o cedimenti.

1- Il ruolo chiave delle visite periodiche di controllo

La prima cosa, la più importante, è concordare con il chirurgo una serie di controlli periodici per fare un check up delle protesi ed essere sempre tranquilla sulla condizione del tuo seno. Questo evita brutte sorprese perché ti porta a monitorare con costanza il risultato che hai ottenuto e le performance delle protesi.

L’ideale è fare un controllo annuale con ecografia mammaria e visita dal chirurgo che ti ha operata.

Ma passiamo al secondo consiglio!

2- La “carta d’identità” delle tue protesi 

Come abbiamo accennato, ogni situazione prevede l’utilizzo di una protesi piuttosto che un’altra.

Quello che conta molto, nel momento in cui il chirurgo avrà scelto la soluzione più adatta ai tuoi desideri e alle caratteristiche del tuo fisico, è che tu sappia tutto su quella specifica protesi.

Quello che ti interessa riguarda:

  • il materiale di cui è composta
  • la durata media di quella particolare tipologia
  • la specifica procedura di sostituzione che prevede la tua protesi.

Queste informazioni ti aiuteranno a monitorare con cura la condizione del tuo seno ed essere più tranquilla nella vita quotidiana, senza ansie eccessive che rischiano solo di limitare la tua ritrovata libertà.

3- È davvero la scelta perfetta per te?

So che questo ultimo consiglio può lasciarti perplessa. ma c’è una cosa che magari non sai.

La maggior parte degli interventi di sostituzione delle protesi non è causato da una rottura, ma dal desiderio di cambiare il proprio seno.

Ti sembrerà strano che questo accada, ma in realtà c’è un motivo ben preciso. Spesso si rischia di prendere una decisione sull’onda dell’entusiasmo e senza avere il controllo completo della situazione.

Se la consulenza con il chirurgo è stata veloce e poco approfondita, se il risultato che ti aspettavi non è quello che hai ritrovato dopo l’intervento… è anche comprensibile che tu possa cambiare idea dopo qualche tempo.

Cambiare una parte così importante della tua femminilità richiede un lavoro minuzioso, che porti ad un percorso unico, creato per te, per i tuoi desideri, per la situazione attuale del tuo seno, per le proporzioni del tuo corpo.

L’obiettivo è un risultato naturale ma perfetto per te, che valorizzi tutto il tuo corpo e ti renda soddisfatta e sicura di te stessa.

Solo con questo tipo di progettazione sarà davvero molto difficile che in futuro tu possa pentirti della tua decisione e volere un seno diverso.

Questi consigli possono portarti ad ottimizzare al massimo la durata delle tue protesi al seno, evitando di correre rischi inutili e godendoti appieno il risultato!

Io ho voluto fare di questa pianificazione su misura il cuore del mio metodo di lavoro, sfruttando i canoni argentini di bellezza e femminilità.

Se vuoi scoprire come intervenire sul tuo seno, con un risultato naturale ma perfetto, senza dover temere un seno visibilmente finto, scopri tutti i dettagli della Mastoplastica Argentina, il metodo che ho progettato per aiutarti ad ottenere il risultato che desideri:

banner articoli

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI SU LA MASTOPLASTICA ARGENTINA QUI

P.S. Se stai prendendo in considerazione di sottoporti ad un intervento al seno o conosci qualcuno che lo sia, ora sai quanto sia importante riuscire ad ottenere le informazioni corrette per poter scegliere con consapevolezza, allora parti da qui: www.drperon.com

Troverai informazioni ed esperienze di successo di centinaia di pazienti che hanno scelto di sottoporsi a Mastoplastica Argentina, affidandosi a me.
Dr Perón
– L’originale Mastoplastica Argentina –

Il segreto delle donne più sexy del mondo

 

Articoli risorse gratuite

Seguici sui social per rimanere aggiornata!

Potrebbero interessarti

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu