Nessun commento

Rippling e mastoplastica additiva: 3 modi per evitare questo spiacevole inestetismo

thumbnail PHOTO 2022 07 18 15 21 39

In questo articolo andiamo ad approfondire uno degli effetti collaterali più diffusi e antiestetici dell’intervento di mastoplastica additiva: il rippling.

Cos’è il rippling?

Letteralmente, dall’inglese, significa “arricciare” e si tratta di quelle antiestetiche “pieghe” che possono comparire sul seno dopo un intervento di mastoplastica.

Sembrano una sorta di rughe innaturali, in posizioni “strane” e non è proprio quello che ti aspetti dopo tutta la fatica, il tempo, le riflessioni, che ti hanno portata a decidere di migliorare il tuo seno!

Ma non è tutto…

Il lato ancora più negativo del rippling

Devi sapere che, purtroppo, questo spiacevole inestetismo non si presenta subito dopo l’intervento. Passano spesso alcuni mesi prima di vederlo comparire e questo contribuisce a renderlo ancora più fastidioso e inaspettato.

Ma prima di iniziare a preoccuparti, vediamo insieme quali sono le cause che portano alla formazione di questo effetto indesiderato.

Le possibili cause del rippling 

Conoscere le cause ti aiuterà a valutare questi punti con il chirurgo e ad essere più consapevole di ogni passaggio della progettazione che precede l’intervento:

  • una protesi poco coesiva, dove il silicone all’interno non ha la corretta densità. È fondamentale prestare la giusta attenzione alla qualità delle protesi;
  • il posizionamento della protesi: il chirurgo deve poter scegliere dove posizionare la protesi per evitare questo inestetismo.  Non esiste il posizionamento perfetto: l’ideale è padroneggiare tutte le tecniche per offrire un ventaglio di opzioni che permetta realmente di costruire un percorso su misura;
  • attenzione alla scelta della forma (e delle dimensioni) delle protesi: non esiste la protesi perfetta per tutte (altrimenti useremmo solo quella!); bisogna scegliere con cura in base al fisico e alle condizioni della paziente, per evitare questo inestetismo e offrire un risultato impeccabile e duraturo. Anche le dimensioni contano: una protesi troppo grande, inoltre, non è adatta per un seno molto piccolo e con pelle sottile: in questo caso c’è troppo poco tessuto per ricoprire gli impianti e il rischio è piuttosto alto.                                                                                                                                                       È importante che il chirurgo guidi la paziente nell’ampia scelta delle protesi, valutando la forma, la proiezione, le dimensioni, tutte caratteristiche che variano da brand a brand (chi ne propone uno solo non sempre è “oggettivo”).

È possibile risolvere il problema del rippling dopo l’intervento?

Non sempre è facile da risolvere, deve essere valutato il singolo caso. Infatti dipende dalla tecnica che è stata utilizzata e comunque richiede un secondo intervento, cosa che non è mai piacevole.

In base alla condizione della paziente, si valuta un riposizionamento (o la sostituzione) delle protesi, ma se la paziente è magrissima o la tecnica utilizzata è errata, diventa molto complesso risistemare la situazione.

Un’ultima strada è poi il lipofilling, ovvero un innesto di grasso per veder scomparire l’effetto rugoso. Bisogna scegliere con molta attenzione il percorso più indicato, per non incappare in altri problemi o danneggiare l’impianto.

L’ideale, in situazioni dove il rischio di avere un effetto indesiderato, come il rippling, è molto alto, è quello di offrire una soluzione ibrida, che prevede l’utilizzo di protesi più lipofilling, per un risultato naturale e senza rischi.

3 modi per evitare il rippling a seguito di un intervento di mastoplastica additiva

  1. Scegli un chirurgo che progetti in modo sartoriale, in base al tuo corpo, al tuo seno, alle condizioni della tua pelle, il lavoro da eseguire. In questo modo non rischierai di affidarti a un professionista che esegue sempre e solo la stessa tecnica che, purtroppo, potrebbe non essere adatta a te.  Una progettazione su misura trova la tecnica giusta, la protesi perfetta e l’approccio ideale all’intervento.
  2. La qualità sempre al primo posto: lo dico spesso a chi cerca un modo per risparmiare su questo tipo di intervento estetico. Non è un trattamento che sparisce con un colpo di spugna, è il tuo corpo, la tua salute e merita sempre il massimo rispetto. Quindi, piuttosto che scegliere opzioni economiche e protesi di bassa qualità (che possono causare il rippling) aspetta e rimanda l’operazione.
  3. Metti al primo posto la bellezza e la naturalezza del risultato. Io capisco bene che ci siano donne famose, modelli a cui potresti voler aspirare. È del tutto normale! Però un chirurgo davvero competente ti porterà a capire perché una strada è più adatta rispetto a un’altra. Infatti tu sei tu, unica, ed è giusto che ogni dettaglio sia studiato in base a te, a ciò che meglio si sposa con le tue esigenze.

Ora, come vedi, il brutto fenomeno del rippling può essere prevenuto senza particolari difficoltà. Quello che conta è affidarsi a chi costruisce un progetto intorno a te, che sarà diverso da quello fatto prima e da quello per la paziente successiva.

Un chirurgo che utilizza solo una tecnica o soltanto un tipo di protesi, rischia di dar vita ad una vera e propria catena di montaggio, dove ogni paziente viene trattata nello stesso modo e non è possibile una reale personalizzazione.

Per questo, affidarsi a chi padroneggia le diverse tecniche e opzioni di protesi, ti permette realmente di ottenere il tuo risultato perfetto.

Certo, il lavoro è più impegnativo per il chirurgo, ma è l’unico modo per garantire ad ogni paziente un risultato eccellente, il migliore che potrebbe desiderare.

Il mio metodo, la Mastoplastica Argentina, si fonda su questo principio e ti permette di costruire passo dopo passo la tua strada ideale, l’unica possibile per arrivare al traguardo che desideri: un seno bello, naturale, senza difetti, perfetto per te.

Non ho una tecnica o una protesi “preferite”, scelgo sempre dopo aver valutato con attenzione la paziente, i suoi desideri e le particolarità del suo fisico e della sua attuale condizione.

Se  vuoi conoscere ancora più da vicino l’intervento di mastoplastica e conoscere tutti i dettagli della Mastoplastica Argentina, il metodo che ho progettato per aiutarti ad ottenere il risultato che desideri:

banner articoli

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI SU LA MASTOPLASTICA ARGENTINA QUI

P.S. Se stai prendendo in considerazione di sottoporti ad un intervento al seno o conosci qualcuno che lo sia, ora sai quanto sia importante riuscire ad ottenere le informazioni corrette per poter scegliere con consapevolezza, allora parti da qui: www.drperon.com

Troverai informazioni ed esperienze di successo di centinaia di pazienti che hanno scelto di sottoporsi a Mastoplastica Argentina, affidandosi a me.
Dr Perón
– L’originale Mastoplastica Argentina –

Il segreto delle donne più sexy del mondo

 

Articoli risorse gratuite

Seguici sui social per rimanere aggiornata!

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu